sabato 21 ottobre 2017

Al Riva IV il Chiasso torna a vincere!

Dopo un mese di astinenza, i rossoblu tornano alla vittoria battendo quella che fino a ieri era la capolista di Challenge League.

L'esultanza di Soumarè al gol del 2-0
Una rete di Fatkic nel primo tempo e il raddoppio di Soumarè nella ripresa permettono ai rossoblu di issarsi momentaneamente al settimo posto in classifica.
Prima della partita viene osservato un minuto di silenzio in ricordo del nonno di mister Abascal, scomparso negli scorsi giorni. L'allenatore spagnolo giovedì era volato in patria per le esequie, facendo ritorno a Chiasso ieri pomeriggio, prima di dirigere regolarmente la rifinitura.
Tornando alla partita, Abascal ripropone dall'inizio Farrugia al centro dell'attacco e sugli esterni schiera Josipovic e Said. In difesa dentro Krasniqi dopo i guai fisici delle ultime settimane.
I rossoblu partono bene; concentrati e propositivi, dando l'impressione di aver già dimenticato la scoppola rimediata settimana scorsa a Neuchâtel.
Le squadre si studiano ma al 20' Mevlja commette fallo su Josipovic e per l'arbitro Horisberger è calcio di rigore. Alcune discussioni su chi lo tira e alla fine tra i contendenti la spunta Said; il numero 10 parte, spiazza il portiere ma pecca di presunzione spedendo alto nel tentativo di fare il cucchiaio.
Il risultato non cambia e allora è lo Sciaffusa a sfiorare il vantaggio su una ripartenza di Castroman.
Quando però il cronometro segna il 27', i rossoblu si inventano una bella azione tutta di prima intenzione e Farrugia libera Fatkic che a tu per tu con l'estremo difensore renano trova il gol del 1-0; il Chiasso mostra buone trame di gioco e la superiorità nel possesso palla legittima il vantaggio alla pausa.
Nella ripresa Smiljanic butta subito nella mischia Tranquilli per dare una scossa ai suoi ma l'inerzia del match non cambia. Said, in una serata da dimenticare sciupa ancora clamorosamente il colpo del ko. Il Chiasso è però padrone del campo e mister Abascal, inserendo al 63' Soumarè per Said prova a dare più sostanza alla sua squadra. Passano appena 3 giri di orologio che il nuovo entrato in campo non si fa pregare e da vero opportunista fa suo un rimbalzo a seguito di un tiro di Farrugia superando Nikolic per il 2-0 che fa esplodere i fedelissimi presenti. Gli innesti di Monighetti e Charlier fanno in modo che non si rischi oltre misura con il match, che tuttavia diventa un po' nervoso. Prima del triplice fischio i padroni di casa si complicano la vita con i gialloneri che dimezzano lo scarto grazie Tranquilli.
Nonostante lo spavento, non c'è più tempo (Horisberger non fa nemmeno riprendere il gioco), il risultato non muta e si libera al cielo l'urlo liberatorio di tutto lo stadio.
Tre punti fondamentali, che allontanano i brutti pensieri e che rilanciano la stagione di un Chiasso che una volta di più dimostra di poter battere chiunque.
Da domani testa al Rapperswil, avversario di settimana prossima, sconfitto questa sera a Ginevra con il risultato di per 2-1 a Ginevra.


Reti: 27' Fatkic, 66' Soumarè, 95' Tranquilli.

FC Chiasso: Mossi; Krasniqi, Delli Carri, Martignoni, Belometti; Abedini; Fatkic (83' Charlier), Rey; Josipovic, Farrugia (73' Monighetti ), Said.

FC Sciaffusa: Nikolic; Loosli, Rhyner, Mevlja; Paulinho(C), Lika (33' Gonçalves), Bunjaku, Mikari; Castroman (46' Tranquilli); Cicek, Sessolo (73' Barry).

Note: Stadio Riva IV, Chiasso. 450 spettatori. Arbitro Horisberger. Ammoniti: 20' Mevlja, 38' Sessolo, 52' Said, 68' Belometti, 88' Bunjaku, 90' Josipovic, 90' Paulinho.  Terreno in  condizioni critiche. Al 21' Said sbaglia un calcio di rigore.