lunedì 18 dicembre 2017

Ma Cogliandro sapeva?

Lo scorso 5 dicembre, dopo un rinvio iniziale di tre settimane si è tenuta l'Assemblea ordinaria del FC Chiasso SA.
Alla presenza di Antonio Cogliandro, pare sia stato approvato il bilancio del club relativo alla stagione 2016-2017. Cogliandro, è giusto ricordarlo era (e sarà fino al nulla osta di azionisti e Sfl) l'amministratore unico del club rossoblu tramite la ISP Internation Sport Promotion SA, società di cui è anche amministratore unico.
C'è però qualcosa che fa riflettere, perlomeno per chi non ha troppa dimestichezza in materia. Stando a quanto riportato dal Foglio Ufficiale pubblicato mercoledì 6 dicembre 2017 (l'indomani dell'assemblea), la ISP di Cogliandro che fino al giorno prima era in liquidazione (supponiamo già sapesse del passaggio di proprietà e che quindi avrebbe ceduto le proprie azioni) torna alla normalità addirittura portando i recapiti presso la sede del FC Chiasso.
Il sospetto, tra le righe potrebbe essere quello che Cogliandro, seppur disposto a cedere il prima possibile, non sia stato troppo coinvolto in questo passaggio, o meglio abbia voluto tutelarsi prima di dare l'ok alla cessione delle proprie quote.