lunedì 26 febbraio 2018

Il Chiasso non c'è più e lo Xamax ne approfitta!

Il Chiasso esce malconcio dal posticipo e perde la terza partita consecutiva del 2018.
Al cospetto della capolista Xamax, mister Abascal da spazio a capitan Monighetti dal primo minuto lasciando in tribuna Belometti. Assente anche Rey per infortunio oltre agli squalificati Farrugia e Ceesay.

La partita, condizionata dal freddo inizia con le squadre che si studiano senza mai rendersi pericolose in attacco. Poi inizia a nevicare copiosamente sul Riva IV, si fa male Said, sostituito da Chitchanok ma il gioco espresso dalle due pretendenti non cambia; le squadre si controllano senza patemi e si va alla pausa senza di fatto che nessuno abbia mai tirato in porta.
Nella ripresa si ricomincia sulla falsa riga di quanto visto nei primi 45 minuti di gioco ma lo Xamax al primo errore rossoblu non perdona e si porta in vantaggio grazie a Tréand che finalizza un assist di Nuzzolo dopo essersi bevuto Delli Carri incapace di mettere una pezza ad un grossolano errore di Kabacalman a centrocampo.
Il Chiasso, complice anche il terreno da gioco, qualche anno fa l'avrebbe messa sulla battaglia ma i tempi sono ormai lontani e così i rossoblu sembrano più che altro non volersi fare male e al 68' incassano lo 0-2 dal solito indisponente Nuzzolo che approfitta di una vergognosa leggerezza di Martignoni. I rossoblu alzano bandiera bianca e solo un bello spunto di Chitchanok scalda i guantoni di un quasi disoccupato Walthert.
Prima del triplice fischio c'è gloria anche per Doudin che in contropiede approfitta di un uscita "un po così" di Russo per depositare il definitivo 0-3.
8 gol subiti e 1 solo fatto in 3 partite; alla faccia delle dichiarazioni della vigilia sulle motivazioni e sul fatto di doversi conquistare il futuro da parte dei giocatori. Il Chiasso non c'è più, se non nelle 300 anime che anche questa sera hanno pagato il biglietto per assistere all'ennesima presa per il culo da parte di ragazzi che forse non hanno ancora capito che per arrivare ad essere giocatori veri, su questi campi devono lasciare le ossa prima ancora che polmoni e cuore.
Abascal, impassibile sulla panchina non sembra ancora in grado di trovare la chiave di volta per far si che i prossimi tre mesi non diventino una lenta agonia verso l'anonimato più totale e allora che qualcuno si prenda sulle spalle questo gruppo e ridia perlomeno un po' di cattiveria e grinta a chi sembra non ricordare più cosa vogliano dire.
Prossimo appuntamento, nemmeno a dirlo ostico, sabato prossimo a Sciaffusa.


Reti: 57' Tréand, 68' Nuzzolo, 94' Doudin.

FC Chiasso: Russo; Soumarè, Delli Carri, Matignoni, Monighetti (C); Kabacalman (70' Gennari); Fatkic, Zakaria (60' Charlier), Abedini; Said (31' Chitchanok), Josipovic.

Xamax FCS: Walthert (C); Lawson, Gomes, Djuric, Kamber; Corbaz, Veloso; Ramizi (78' Delley), Doudin, Tréand (92' Mulaj); Nuzzolo (92' Karlen).

Note: Stadio Riva IV, Chiasso. 300 spettatori. Arbitro: Nicolas Jancevski. Ammoniti: 21' Lawson, 54' Soumarè, 74' Chitchanok. Terreno in condizioni sufficienti prima della nevicata che lo ha parzialmente imbiancato.