domenica 28 ottobre 2018

Tre minuti di blackout e il Chiasso perde ancora

Brutta sconfitta quella patita oggi dal Chiasso al Rheinpark di Vaduz.
Mister Mangiarratti deve fare a meno anche oggi di Antoine Rey, ancora alle prese con l’infortunio che lo tormenta da tempo e, per sostituire lo squalificato Charlier rispolvera Guidotti. In difesa Gennari escluso (finalmente) dai convocati; al suo posto, a sorpresa ecco Padula, con Malinowski davanti a lui che ritrova una maglia da titolare. In attacco Milinceanu rimane a riposo e dal primo minuto spazio a Batista.
Pronti via e i padroni di casa provano sin da subito a prendere in mano le redini del gioco ma al 19’ è il Chiasso a trovare il vantaggio con Alessandrini che in semirovesciata anticipa Von Niederhäusern sfruttando al meglio un calcio d’angolo battuto da Padula.
Il Vaduz reagisce e una decina di minuti più tardi trova il meritato gol del pareggio, con Muntwiler che svetta più alto di tutti su un altro calcio d’angolo.
La partita è vivace e, nonostante la posta in gioco sia alta, le due squadre in campo danno l’impressione di voler vincere a tutti i costi.
Il possesso palla è leggermente a favore dei ragazzi di Frick ma a trovare nuovamente il vantaggio sono i rossoblu. Al 39’ Monighetti si invola sulla sinistra e lancia lungo per Josipovic; il bomber tiene in gioco il pallone scodellando in mezzo di testa, la difesa di casa fa un pasticcio e Batista è il più lesto di tutti a mettere la palla in rete. 1-2.
Nella ripresa il Chiasso entra bene in campo e al 53’ sui piedi di Belometti ci sarebbe la palla del ko, ma la traversa nega la gioia del gol al ticinese e Josipovic sulla respinta non riesce a battere Hirzel. Il Vaduz corre ai ripari effettuando due sostituzioni che tre minuti più tardi decidono il match.
Protagonista assoluto è Dossou che prima serve a Muntwiler il pallone del pareggio e nei due minuti successivi segna anche due reti per il definitivo 4-2.
I rossoblu accusano il colpo e la squadra del principato non sembra voler infierire oltre misura, controllando la partita e portandola al 90’ senza correre rischi.
Un brutto passo falso quello odierno, secondo solo alla disfatta della Pontaise. Una questione di testa che fa preoccupare, alla vigilia della sfida contro il Lucerna, ma sopratttutto con l’Aarau che domenica prossima sarà ospite al Riva IV.
Trovare la via d’uscita nelle prossime ore sarà quanto meno decisivo per non rischiare di partire già battuti nella sfida contro gli argoviesi.
Questo è forse il monento più delicato della stagione ma la classifica è corta e parla ancora a favore di un Chiasso che ora dovrà tirar fuori tutto il proprio carattere.


Reti: 18’ Alessandrini, 30’ Muntwiler, 39’ Batista, 60’ Muntwiler, 61’ Dossou, 63’ Dossou.


FC Vaduz: Hirzel (73’ Büchel); Von Niederhäusern, Muntwiler (C) (73’ Göppel), Wieser, Vitija; Muntwiler (C); Gajic; Brunner (57’ Dossou), Frick (57’ Mathys), Lüchinger, Coulibaly; Tadic.


FC Chiasso: Mossi; Padula, Martignoni, Alessandrini, Monighetti (C) (70’ Bahloul); Malinowski, Kabacalman (76’ Adamczyk), Guidotti, Belometti; Josipovic, Batista (61’ Milinceanu).


Note: Rheinpark, Vaduz. 1’347 spettarori. Arbitro: David Schärli . Terreno in discrete condizioni.
Ammoniti: 8’ Frick.
Al 53’ traversa di Belometti.