mercoledì 13 febbraio 2019

Quando il tabellone diventa una pagliacciata

Forse è ora che tutti si rendano conto che il Nebiopoli inizia solo tra qualche settimana e che il FC Chiasso è qualcosa di più serio.
Un club con 113 anni di storia sulle spalle deve smetterla di rendersi ridicolo tramite i propri canali social e forse sarebbe pure il caso di adottare una linea di comunicazione ben definita una volta per tutte.
La classe politica, municipali e sindaco in testa dovrebbero capire l'importanza che riveste il FC Chiasso per la cittadina e non dipingerlo sempre e solo come un costo e un peso.
Il maggior quotidiano del Cantone (nella persona del solito "giornalista"), forse dovrebbe smetterla di attaccare ciclicamente tutto l'ambiente rossoblu e magari, per una volta potrebbe anche trovare la via del Riva IV e poi chissà, scrivere qualcosa di bello a riguardo.
Il nuovo tabellone ha permesso a tutti di dare "professionalmente" il peggio di sè, offuscando in parte l'ottimo lavoro svolto da una squadra piena zeppa di giovani (e ticinesi.. visto che chi allo stadio non ci viene, non lo sa).
Il tabellone sono due anni che non funziona ma nessuno si è scaldato tanto come in questi giorni. Beghe di paese, che probabilmente alla vigilia delle elezioni comunali giovano a qualcuno ma che fanno solamente male al FC Chiasso e alla città. Una cittadina che dovrebbe di andare fiera del proprio club calcistico e del suo Riva IV per il quale ha investito (e non speso) molti soldi. Invece si pasticcia, si lanciano accuse, si inventano storie (pensare che c'è chi confonde pure il cinese con l'inglese). 
Il prologo al Nebiopoli? No, semplicemente mancanza di professionalità e a volte anche di rispetto.

-Lettera firmata-