venerdì 17 maggio 2019

Esclusi i "Bengo Boys"

Passate un po' inosservate dopo la vittoria casalinga contro il Rapperswil, le scelte di Manzo tornano ora a far discutere l'indomani della partita di Winterthur.
Guardando la formazione schierata e i giocatori a disposizione del mister rossoblu salta subito all'occhio la seconda esclusione consecutiva di Milinceanu, Mossi, Gomes, Nsiala e Nsumbu.
Stendendo un velo pietoso sugli ultimi due, che probabilmente faticherebbero in seconda lega (più che giusta quindi la scelta di non affidarsi a loro), un po' più strane sono le defezioni di Mossi e Milinceanu, da sempre tra gli "intoccabili".
Il Chiasso può fare a meno di loro? Certamente sì, ma dopo averli utilizzati praticamente sempre, fa un po' specie vederli ai margini proprio nelle ultime decisive partite.
Andando più a fondo si scopre poi che tutti e 5 i giocatori in questione fanno parte della scuderia Bengondo, procuratore che ha diviso la piazza chiassese nell'ultimo anno.
Una scelta (forse più "politica" che tecnica e probabilmente nemmeno del mister) quindi, che alla luce di questo appare più logica, considerando che l'attaccante e il portiere sapranno probabilmente già di non più vestire la maglia rossoblu la prossima stagione e che quindi potrebbero non sentire troppo il bisogno di dare qualcosa in più per ottenere la salvezza.