martedì 7 maggio 2019

Vittoria a tavolino o ripetizione della partita?

L'episodio che ha portato il Chiasso a giocare la partita contro il Vaduz sotto protesto sta facendo discutere non poco.
La squadra ospite avrebbe infatti messo sulla "cartolina" dell'undici titolare un giocatore che si è poi accomodato in panchina. Un errore all'apparenza banale ma che potrebbe costare caro al club del Principato.
Il Vaduz avrebbe infatti potuto comunicare al direttore di gara il cambio fino ad un momento prima che iniziasse il confronto ma lo stesso Cibelli, a quanto pare avrebbe di conseguenza dovuto avvisare il capitano del Chiasso.
Stando a nostre informazioni il Chiasso sarebbe invece venuto a conoscenza dell'inghippo solo a partita iniziata.
Errore del Vaduz o dell'arbitro? Nel primo caso, la Sfl assegnerebbe ai rossoblu il 3-0 a tavolino mentre se a sbagliare fosse stato il direttore di gara, la partita sarebbe da rigiocare.

Il precedente:
Alcuni anni fa, ancor prima delle riforme dei campionati, accadde una cosa simile in una partita decisiva tra lo Zurigo e lo Xamax. I tigurini nella distinta iscrissero tra le riserve il nome di un giocatore squalificato (che non scese nemmeno in panchina) e lo Xamax vinse a tavolino la partita che di fatto condannò l'avversario al girone contro la retrocessione.