mercoledì 27 novembre 2019

Quando i bambini si riscoprono rossoblu

I tifosi rossoblu, ma anche i cittadini di Chiasso se ne saranno sicuramente accorti.
Da qualche mese a questa parte non è raro camminare per le vie della città, da Piazza Elvezia fino al Riva IV, e incontrare qualche bambino che indossa una maglia o un pantaloncino del FC Chiasso.
Da qualche anno infatti, chi gioca nei "pulcini" rossoblu, come si chiamavano una volta, viene dotato di tutto quanto necessario per allenamenti e partite; insomma fin dai primi calci ad un pallone, qualsiasi bambino si può vestire nello stesso modo di Capitan Martignoni o di Philippe Senderos.
Questo non si traduce solamente con l'uniformare il club e il suo settore giovanile ma porta anche ad un senso di appartenenza che si (ri)prova a coltivare fin da piccoli.
Al nostro Chiasso manca una generazione intera, complici sicuramente i risultati e il fatto di aver trascurato totalmente una certa politica di promozione dei colori rossoblu ma qualcosa forse sta cambiando. 
Il settore giovanile si ritrova con un sito internet esageratamente aggiornato pieno zeppo di approfondimenti su ogni squadra, con una dirigenza che sta provando a dare visibilità al lavoro svolto (mascotte, concorsi, ecc.) e con tanti bambini e ragazzi che sembrano aver riscoperto la fierezza di indossare, anche nel tempo libero, i colori rossoblu in un'epoca dove l'accesso ai grandi club internazionali è ancora più facile e fruibile rispetto al passato.
Ora manca un altro passo.. quello di far trovare loro (e qui ci vuole l'aiuto di genitori e allenatori) la via del Riva IV per ammirare i più grandi e perchè no, sognare un giorno di poter calcare quel campo potendo raccontare a tutti di  avercela fatta.