venerdì 10 gennaio 2020

Mercato con il freno tirato

Tutto tace attorno al club rossoblu; dal mercato al ritiro non trapela nulla dai canali ufficiali di Via Primo Agosto.
Il mantra è "tanto lavoro" e, sia per la squadra in quel di Coccaglio, che per la dirigenza rossoblu che fa spola tra Chiasso e appunto la sede del ritiro, di lavoro da fare ce n'è tanto. 
Mister Lupi deve portare i suoi ragazzi ad un livello fisico-mentale di primo piano in vista della ripresa del campionato mentre Bignotti e il suo staff devono trovare i giusti rinforzi in grado di dare più qualità ed esperienza ad una compagine che ha palesato molti limiti.
Dopo l'innesto immediato di Giuseppe Aquaro si attende il nome dell'attaccante che sopperirà all'assenza di Marzouk e magari anche di un centrocampista di sostanza ma non sembra essere facile come sembra. Il motivo principale è sicuramente riconducibile al fatto che il Chiasso può tesserare solamente uno "straniero" avendo un solo posto a disposizione nel proprio contingente.
Qualche nome e un paio di contatti, sul taccuino del direttore rossoblu ci sono già e non è da escludere che entro pochi giorni possa arrivare la classica fumata bianca. Intanto, per forza di cose si dovrà anche iniziare sfoltire una rosa molto ampia.