Lupi: "Lotteremo fino alla fine"

Torna a parlare mistrer Lupi che nonostante le molte difficoltà sente la fiducia della dirigenza per il lavoro svolto in questi mesi. Sulle pagine del Corriere del Ticino, l'allenatore rossoblu fa il punto della situazione senza tuttavia sbilanciarsi troppo sul futuro.

"I risultati, è vero - afferma Lupi - non sono dalla nostra parte. Abbiamo perso tante, troppe partite. E questo spiega non solo perché siamo in fondo alla classifica, ma anche perché abbiamo conquistato così pochi punti (ndr: 19 in 34 match). Malgrado questo, lo dico sinceramente, non ho molto da rimproverare ai miei ragazzi, in gran parte giovani, che comunque hanno dimostrato di saper lottare e anche di gestire gli incontri da protagonisti. Certo, gli errori, spesso semplici disattenzioni, si pagano. Ma questo, comunque, è tutto un altro discorso".

Quali le prospettive di Lupi in vista della prossima stagione? 
"Intanto cerchiamo di concludere questa. Lo faccio, consapevole di avere la fiducia della dirigenza, seguendo il progetto che, soprattutto dopo il periodo del lockdown, mi è stato affidato. Diversi giocatori che erano in scadenza di contratto ci hanno lasciato (ndr: Martignoni, Rossini, Pollero ed Aquaro), altri sono infortunati (tra questi Marzouk) e pertanto la politica sarà sempre di più quella di far crescere i più giovani. È un compito che ci tengo a svolgere nel modo migliore. Proprio per questo ci tengo a sottolineare che anche nelle ultime due partite del campionato, nella trasferta a Wil e domenica al Riva IV contro lo Stade Losanna Ouchy, voglio assolutamente che si lotti con il massimo impegno e per l’onore».