sabato 29 settembre 2018

Cuore Chiasso, espugnata Winterthur

Un gran gol di Josipovic stende il Winterthur e il Chiasso torna a respirare.
Alla Schützenwiese c’è aria di grande calcio, con 3500 spettatori assiepati a bordo campo. Mangiarratti deve fare a meno dell’infortunato Rey e rinuncia a Belometti. In campo dal primo minuto ecco quindi nuovamente Charlier e il redivivo Monighetti.
Sono i padroni di casa a prendere in mano il pallino del gioco con un possesso palla importante che tuttavia non sfocia nel vantaggio. I rossoblu sono organizzati e hanno l’atteggiamento di una squadra che sa cosa vuole e puó fare.
Nella ripresa l’inerzia del match non cambia ma l’innesto di Milinceanu a scapito di uno spento Carvalho da agli ospiti più profondità in fase offensiva.
Proprio l’attaccante moldavo proprizia la gran rete di Josipovic che dal limite dell’area fulmina Spiegel e si fionda a raccogliere l’abbraccio degli ultras rossoblu presenti.
Il Winterthur, spinto anche dal proprio pubblico le prova tutte ma Martignoni e compagni seppur soffrendo fino al termine, portano a casa tre punti preziosissimi per una classifica che ora sorride alla squadra di Mangiarratti.
Un passo decisamente avanti rispetto all’abulica prova offerta contro il Rapperswil appena tre giorni fa. Un Chiasso, che come accaduto ad Aarau, si esalta nelle trasferte difficili.


Reti: 70’ Josipovic

FC Winterthur: Spiegel; Lekaj (77’ Sutter), Isik, Hajrovic, Schättin (77’ Wild), Arnold, Doumbia; Callà (C), Gazzetta (68’ Alves), Radice; Seferi (68’ Sliskovic).


FC Chiasso: Mossi; Gennari, Martignoni, Ajeti (64’ Lurati), Monighetti (C); Malinowski (74’ Belometti), Kabacalman, Charlier (67’ Guidotti), Padula; Josipovic, Carvalho (46’ Milinceanu).


Note: Stadion Schützenwiese, Winterthur. 3500 spettatori. Arbitro: Khamis Mohammed Al Marri. Terreno in discrete condizioni.
Ammoniti: 33’ Callà, 38’ Charlier.