giovedì 8 agosto 2019

Un Chiasso stoico disintegra l'Aarau

I rossoblu giocano una partita d'altri tempi fatta di testa, cuore e grinta e ribaltano letteralmente la corazzata argoviese.
Mister Maccoppi cambia modulo e  schiera i suoi ragazzi con un inedito 4-1-4-1 ridisegnando anche la difesa con gli innesti dal primo minuto di Lurati e Gamarra. In attacco Rossi unica punta.
Pronti via e i padroni di casa si rendono subito pericolosi con Bahloul che però non è lucido nella conclusione e spreca una buona occasione. Al 4' minuto l'opportunità non la sbaglia il solito Rossini che approfitta di una dormita della retroguardia di casa per infilarsi e depositare in rete un assist al bacio di Schnewly. 1-0 che gela i fedelissimi presenti al Riva IV.
Il Chiasso si sblocca, alza la testa e reagisce, alla ricerca di un pareggio che sarebbe più che meritato. Gli argoviesi vanno in affanno ma contro l'andamento del gioco, al 33' si ritrovano addirittura sullo 0-2. Un'autentica mazzata che lascia presagire al peggio ma quando ormai il destino della partita sembra già scritto, Bahloul con una magia balistica da fuori area sorprende Ammeter accorciando le distanze e dando di fatto il via alla rimonta.
Nel secondo tempo il Chiasso entra in campo con il coltello tra i denti, continuando a sciorinare un bel calcio e lottando su ogni pallone come fosse l'ultimo il che si concretizza con la rete del 2-2 grazie ad un'autorete di Leo che devia nella propria porta una conclusione del solito Bahloul.
La squadra di Maccoppi fiuta il colpaccio e così torna all'attacco, sostenuta ininterrottamente dal proprio pubblico che anche sotto nel risultato non ha mai smesso di incitare i propri ragazzi.
Il 3-2 è nell'aria e al 57' l'indemoniato Bahloul, servito ottimamente da Rossi, mette la firma sul sorpasso.
Partita finita? Purtroppo per gli ospiti no. I rossoblu si vendicano della dolorosissima sconfitta della scorsa stagione e approfittano di una squadra sì forte, ma che palesa diversi problemi. Così, c'è gloria anche per il neoentrato Pollero che al 73' chiude definitivamente il match e manda agli archivi una serata memorabile per il popolo rossoblu.
Il Chiasso potrebbe a dire il vero anche arrotondare il risultato ma un po' troppa foga e imprecisione salvano la porta difesa da Ammeter. Sul finale un paio di buone parate da parte di Guarnone fissano il risultato sul definitivo 4-2.
Un Chiasso nemmeno lontano parente di quello visto a Kriens; un Chiasso che in questo formato può vincere ovunque; un Chiasso che ha mostrato un buon calcio e che ha regalato una grande serata ai suoi tfosi. Ora ci sarà tempo per rifiatare, riordinare le idee e dedicarsi alla Coppa Svizzera, prima di tornare al Riva IV il prossimo 25 agosto contro il Vaduz.


Reti: 4' Rossini, 33' Schneuwly, 38' Bahloul, 50' Leo (aut.), 57' Bahloul, 73' Pollero.

FC Chiasso: Guarnone; Dixon, Lurati, Martignoni (C), Gamarra; Hajrizi; Bahloul, Huser, Wolf (83' Gomes), Cyzas (60' Pollero); Rossi (67' Epitaux).

FC Aarau: Ammeter; Giger, Thaler (71' Jäckle), Leo, Mehidic; Pepsi, Zverotic (C); Schneuwly (67' Alounga), Neumayr, Misic (74' Malaj); Rossini (74' Maierhofer).

Note: Stadio Riva IV, Chiasso. 600 Spettatori. Arbitro: Mirel Turkes. Terreno in buone condizioni.
Ammoniti: 20’ Hajrizi, 24' Leo, 26' Gamarra, 54' Lurati, 79' Jäckle, 84' Guarnone, 95' Epitaux, 95' Alounga.